Paesaggio, Territorio, Urbanistica, Genio Civile

Costruzioni in Zona Sismica

NEWS


Pubblicato 06/06/2022

Pubblicato nella pagina "Modulistica -  Fine lavori (RSU; DRE e Collaudo statico)" un nuovo metodo per inviare le fine lavori (RSU e Collaudo statico o DRE) è sufficiente autenticarsi con SPID\CNS\CIE-ID.


Pubblicato 08/04/2022

AttenzioneContributo istruttorio

E' OBBLIGATORIO caricare SEMPRE il modello Calcolo versamento istruttoria

Il documento va caricato anche se il contributo non è dovuto e come ricevuta si può mettere un documento vuoto.

La mancanza di tale documento può portare alla irricevibilità della Denuncia dei lavori presenta.

 

Link per il pagamento:

Mpay - Pagamento contributo istruttorio


Pubblicato 25/03/2022

Avviso pubblico

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE all’iscrizione nell’elenco aperto degli operatori economici che offrono il servizio di fotoriproduzione dei documenti custoditi negli archivi del Settore Rischio Sismico della Regione Marche.

Decreto n. 04 del 25.03.2022, Alleagto_A-avviso, Allegato_B-modulistica, Modello editabile


Pubblicato 08/03/2022

Decreto n. 36  del 07.03.2022, allegato A, allegato B, allegato C - L.R. 1/2018, art. 14; DGR 975/2021, Allegato 4 – Costruzioni in zone sismiche - Contributo per attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli.

Attenzione: l'allegato B editabile lo trovate all'interno dello ZIP pubblicato nella pagina "Deposito Online D.O.M.U.S."

Tali disposizioni entrano in vigore il 01/04/2022


 

DEPOSITO DEI PROGETTI

Ai sensi dell’art. 94 bis del D.P.R. 380/01 e della legge regionale 01/18 e ss.mm.ii., la tipologia di progetti da presentare si possono suddividere in 3 macro-tipologie di intervento, che a seconda di tale distinzione comporta diverse procedure amministrative e le modalità di presentazione delle istanze.

Le macro-tipologie sono:

  1. Interventi rilevanti: riguarda la presentazione, nel portale regionale D.O.M.U.S., di una istanza, che ai sensi dell’art. 93 e successivi del DPR 380/01, è chiamata "DENUNCIA DEI LAVORI"per richiedere l’“autorizzazione sismica”, che viene rilasciata dalla Regione Marche.
  2. Interventi di minore rilevanza: riguarda la presentazione, nel portale regionale D.O.M.U.S., di una istanza, che ai sensi dell’art. 93 e successivi del DPR 380/01, è chiamata "DENUNCIA DEI LAVORI", che per poter iniziare i lavori è necessario l’attesa del rilascio dell'attestazione di deposito da parte della Regione Marche. La verifica su questi progetti è effettuata secondo il metodo a campione, nelle modalità stabilite nella L.R. 1/18 art. 8bis. L’elenco dei progetti sorteggiati viene comunicato mediante pubblicazione sul sito istituzionale della Regione Marche, nella pagina Controlli a Campione.
  3. Interventi privi di rilevanza: come stabilito dall’art. 13 della L.R. 45/2020, la presentazione e gestione delle opere privi di rilevanza da parte dei comuni, avverrà dopo 60 giorni dall’adozione da parte della Giunta regionale dell’elencazione di tali opere. Ovvero dopo il sessantesimo giorno dalla data di approvazione della DGR che modificherà la D.G.R. 714/18 – “Linee guida per Nuove norme per le costruzioni in zone sismiche nella regione Marche”.

Per maggiori informazioni consultare la sezione Deposito Online D.O.M.U.S.

SOPRAELEVAZIONE:

Ai sensi del comma 2 art. 90 del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, ai fini dell’esecuzione di sopraelevazioni alle costruzioni esistenti è necessario ottenere dalla la struttura tecnica regionale competente (STRC), la certificazione che specifichi il numero massimo di piani che è possibile realizzare in sopraelevazione e l'idoneità della struttura esistente a sopportare il nuovo carico.

In caso di denuncia di lavori per interventi di minore rilevanza, che prevedano una sopraelevazione ai sensi dell’art. 90 del DPR 380/01, l’attestato di deposito verrà rilasciato dopo l’emissione da parte della STRC della relativa certificazione, per la quale occorre presentare n. 1 marca da bollo da € 16,00 per essere apposta sul certificato da rilasciare.

Mentre, per la denuncia di lavori per interventi rilevanti, che prevedano una sopraelevazione ai sensi dell’art. 90 del DPR 380/01, la relativa certificazione è compresa nell’autorizzazione sismica rilasciata dalla della STRC.

La valutazione della sicurezza e la progettazione della nuova struttura vanno eseguite applicando le NTC vigenti e la documentazione tecnica da allegare è quella prevista al cap.10 del D.M. stesso.

FINE LAVORI E COLLAUDI STATICI

Regola generale: per pratiche presentate prima del 01/01/2020, le fine lavori devono essere inviate via PEC agli uffici regionali della sismica di competenza, che a seconda del documento presentato disporrà l’atto specifico.

Mentre, per le pratiche presentate su D.O.M.U.S. il sistema rilascia automaticamente una ricevuta di protocollazione che non sostituisce eventuali atti dell’ente.

  • Presentazione della Relazione a Strutture Ultimate (R.S.U.), gli uffici regionali della sismica di competenza, rilasciano l’attestazione di deposito.
  • Presentazione della Dichiarazione di Regolare Esecuzione (D.R.E.), gli uffici regionali della sismica di competenza comunicano il numero di protocollazione del documento.
  • Presentazione del Certificato di Collaudo, gli uffici regionali della sismica di competenza comunicano il numero di protocollazione del documento.
  • Presentazione fine lavori per le prive di rilevanza, in fase di aggiornamnto

VIOLAZIONI DELLA NORMATIVA SISMICA

[in fase di aggiornamento].

Procedimento di trasmissione del processo verbale delle violazioni delle norme dettate per le costruzioni nelle  zone sismiche e relative deduzioni, alla Procura della Repubblica per l’avvio di un procedimento penale a  carico dei responsabili.

 

1. ACCERTAMENTO:

  • Il Servizio accerta le violazioni alla normativa sismica sulla base delle segnalazioni che pervengono da parte dei Comuni o della Autorità Giudiziaria.
  • L’esito di tale accertamento è comunicato al Comune ed alla Autorità Giudiziaria nel termine di 30 gg. dalla ricezione della segnalazione

2. CONFORMITÀ DELLE OPERE ESEGUITE:

  • A seguito dell’accertamento di violazione l’interessato presenta il progetto strutturale relativo alla verifica di conformità delle opere eseguite alla normativa tecnica. Nel caso di opere difformi dalla normativa, il progetto deve prevedere gli interventi necessari al conseguimento della conformità.
  • Il Servizio esamina il progetto e comunica entro 60 gg. all'interessato, al Comune ed alla Autorità Giudiziaria l’acquisizione del progetto e la conformità dello stesso alle disposizioni normative.

 3. SOSPENSIONE DEI LAVORI:

Procedimento di sospensione dei lavori in conseguenza dell’accertamento delle violazioni delle norme dettate  per le costruzioni in zona sismica, fino a quando non divenga irrevocabile la pronuncia dell’autorità  giudiziaria. 

 

  • Nell'ipotesi che l’accertamento di violazioni riguardi opere in corso di esecuzione, il Servizio ordina, con decreto motivato, al proprietario, al Direttore dei Lavori, all'impresa la sospensione dei lavori.

ACCESSO AGLI ATTI

Procedimento per l’evasione delle istanze di accesso agli atti depositati presso l’ufficio.

Il procedimento è disciplinato dalla Legge 241/90 e dal DPR 184/06 ed è finalizzato alla visione ed estrazione di copia degli atti riferiti alle pratiche sismiche da parte di privati aventi un interesse giuridicamente rilevante.

  • Procedimento a istanza di parte.
  • Il termine per la conclusione del procedimento è di 30 giorni dalla presentazione dell’istanza.
  • Il procedimento si conclude con un atto a firma del Responsabile del Procedimento.
  • Contro la decisione di non accoglimento o di silenzio rifiuto o di differimento il richiedente ha la facoltà di presentare ricorso al Tribunale Amministrativo Regionale secondo le modalità di cui al DPR 104/2010 o richiesta di riesame al Difensore Civico entro 30 giorni dalla comunicazione di non accoglimento e/o differimento o dal silenzio – rifiuto.

Pagina agg.  13/01/2022

DOMUS SISMICA - Accesso e modulistica

Sistema informatico integrato, denominato DOMUS (Deposito On-line Marche Unificato per la sismica).

A partire dal 01/01/2020 è l'unico metodo per la presentazione delle Denunce dei lavori per le istanze di Autorizzazione o di Deposito dei progetti strutturali, e per le successive variazioni, integrazioni e fine lavori, nel territorio regionale delle Marche, è l'utilizzo il PORTALE D.O.M.U.S. (Link :  https://domus.regione.marche.it/sismica/).

 

 

All'interno dello ZIP degli "allegati obbligatori per la denuncia dei lavori" si trovano i documenti sotto elencati: (aggioranti al: 28/03/2022)

  1. Procura digitale del committente;
  2. Procura digitale dell'appaltatore dei lavori;
  3. Asseverazione del progettista strutturale;
  4. Dichiarazione sull'utilizzo della marca da bollo;
  5. Dichiarazione del collaudatore statico;
  6. Scheda sintetica relativa all'intervento;
  7. Calcolo contributo istruttorio (modello: allegato B del Decreto n. 36/22);
  8. Ricevuta rilasciata Mpay;
  9. Autocertificazione finanziamento statale opere pubbliche;
  10. Relazione valutazione sicurezza;

 

ATTENZIONE - E’ BENE SAPERE CHE:

Attenzione:  Il sistema informatico è stato predisposto per consentire l’utilizzo della stessa modalità di compilazione per la denuncia dei lavori sia per il deposito progetto che per l’autorizzazione sismica. Ciò avviene tramite le scelte fatte nella compilazione del passo della Sezione A - Parte 1, in particolare nella selezione della tipologia di intervento ai fini della pubblica incolumità.

Quindi scegliere:

DI MINORE RILEVANZA – > comporta il rilascio dell’ATTESTATO DI DEPOSITO.

RILEVANTE – > comporta il rilascio dell’AUTORIZZAZIONE SISMICA.


Attenzione: A Partire dal 01/04/2022, la presentazione di denuncia dei lavori è soggetta al pagamento di un contributo istruttorio con gli importi stabiliti nell’allegato 4 delle linee guida (D.G.R. 975/2021), con le modalità stabilite nel Decreto n. 36 del 07.03.2022, allegato A, allegato B, allegato C. I modelli appositi sono presenti nello Zip degli "ALLEGATI OBBLIGATORI PER LA DENUNCIA DEI LAVORI".


SOPRAELEVAZIONI

Ai sensi del comma 2 art. 90 del D.P.R. 6 giugno 2001 n. 380, ai fini dell’esecuzione di sopraelevazioni alle costruzioni esistenti è necessario ottenere dalla la struttura tecnica regionale competente (STRC), la certificazione che specifichi il numero massimo di piani che è possibile realizzare in sopraelevazione e l'idoneità della struttura esistente a sopportare il nuovo carico.

In caso di denuncia di lavori per interventi di minore rilevanza, che prevedano una sopraelevazione ai sensi dell’art. 90 del DPR 380/01, l’attestato di deposito verrà rilasciato dopo l’emissione da parte della STRC della relativa certificazione, per la quale occorre presentare n. 1 marca da bollo da € 16,00 per essere apposta sul certificato da rilasciare.

Mentre, per la denuncia di lavori per interventi rilevanti, che prevedano una sopraelevazione ai sensi dell’art. 90 del DPR 380/01, la relativa certificazione è compresa nell’autorizzazione sismica rilasciata dalla della STRC.

La valutazione della sicurezza e la progettazione della nuova struttura vanno eseguite applicando le NTC vigenti e la documentazione tecnica da allegare è quella prevista al cap.10 del D.M. stesso.


 

 

agg. 28/03/2022

Variazione soggetti coinvolti – Comunicazione varie

 

Mod8 - variazione Procuratore digitale:

ZIP contiene:

lettera di trasmissione: Mod8.0_Variazione_PROCURATORE.pdf

allegati:  Procura_committente.pdf;

                Procura appaltatore.pdf.

 

ATTENZIONE:
I seguenti modelli non sono da utilizzare per le pratiche presentate su D.O.M.U.S..

Per i progetti presentati on-line su D.O.M.U.S.: cercare in "consultazione pratiche" il progetto di riferimento e cliccare il pulsante "Azione" , per eseguire le operazioni di interesse.

 

Per i progetti che non hanno avuto un deposito on line su D.O.M.U.S. (nuovo o varianti) per comunicare la variazione di uno dei seguenti soggetti coinvolti:

  • Committente;
  • Direttore dei Lavori;
  • Collaudatore;
  • Appaltatore dei lavori in opera

Utilizzare lo ZIP specifico sotto riportato:

Mod2 - variazione Appaltatore dei lavori in opera:

MODELLI DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

ZIP contiene:

lettera di trasmissione: Mod2.0Analogico_CambioImpresa.pdf

allegati:  Mod2.1Analogico_RelazioneAvanzamentoLavoriCambioImpresa.pdf;  

               Mod2.2Analogico_AccettazioneAppaltatoreInOpera.pdf;

               Procura del committente

Mod3 - variazione Direttore dei lavori:

MODELLI DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

ZIP contiene:

lettera di trasmissione: Mod3.0Analogico_CambioTecnico.pdf

allegati: Mod3.1Analogico_RelazioneAvanzamentoLavoriCambioTecnico_allegatoA.pdf;

               Mod3.1Analogico_RelazioneAvanzamentoLavoriCambioTecnico_allegatoB.pdf;

                Procura del committente.

Mod4 - variazione Committente:

MODELLI DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

ZIP contiene:

lettera di trasmissione: Mod4.0Analogico_Variazione_committente.pdf

allegati: Mod4.1Analogico_RelazioneAvanzamentoLavoriCambioCommitente.pdf;

               Procura del committente

Mod5 - variazione Collaudatore statico:

MODELLI DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

ZIP contiene

lettera di trasmissione: Mod5.0Analogico_CambioCollaudatore.pdf

allegati: Mod5.1Analogico_RelazioneCollaudatoreUscente_allegatoA.pdf;

               Mod5.1Analogico_RelazioneCollaudatoreSubentrante_allegatoB.pdf.

               Procura del committente

Mod6 – Comunicazione generica:

MODELLO DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

lettera tipo che può essere utilizzata per variare le figure che non sono sopra codificate o la trasmissione di documentazione\chiarimenti che non sono state richiesta dagli uffici regionali della sismica:

ZIP contiene

lettera di trasmissione: Mod6.0Analogico_Comunicazione generica.pdf

allegati: Procura del committente

Mod7 – lettera tipo per inviare le integrazioni richiesta dagli uffici regionali della sismica:

MODELLO DA NON UTILIZZARE per le pratiche presentate su D.O.M.U.S.

ZIP contiene

lettera di trasmissione: Mod7.0Analogico_Integrazioni.pdf


 

agg. 10/03/2022

 

MODELLI  R.S.U. , Collaudo statico, D.R.E.

VISUALIZZA LA PROCEDURA CORRETTA PER LA FINE LAVORI A SECONDA DELLA MODALITA' DI DEPOSITO DEL PROGETTO

A. MODALITA' DI PRESENTAZIONE FINE LAVORI PER PROGETTI CARTACEI

Per i progetti che non hanno un deposito on-line, la D.R.E. o la R.S.U. e il collaudo statico, possono essere trasmessi cliccando qui sotto (è richiesta l'autotenticazione tramite SPID\CNS\CIE-ID).

Si raccomanda l'utilizzo di questa procedura di trasmissione automatizzata, invece della PEC, al fine di consentire una celere protocollazione e istruttoria.

 

PROGETTI PRESENTATI A PESARO-URBINO

 

PROGETTI PRESENTATI A MACERATA

   

PROGETTI PRESENTATI A ASCOLI PICENO


Elenco modelli:

Per Interventi di Nuova costruzione, Adeguamento sismico e Miglioramento sismico utilizzare la seguente documentazione: R.S.U. - Relazione a struttura ultimata

Il collaudo statico deve pervenire entro 60 giorni dal rilascio dell'attestato di deposito della Relazione a Struttura Ultimata (R.S.U.): Collaudo statico

Per Interventi di Riparazione e Interventi locali utilizzare la seguente documentazione: D.R.E. - Dichiarazione di regolare esecuzione


B. MODELLI DA UTILIZIZARE PER LA FINE LAVORI D.O.M.U.S.

Per i progetti che sono depositati on-line dopo il 01/01/2020 (nuovi o varianti) deve essere utilizzata la procedura, da parte del direttore dei lavori e collaudatore, presentate nella piattaforma D.O.M.U.S., cercando in “consultazione pratiche” il progetto di riferimento e tramite il pulsante “Azione” cercare la voce attiva presentazione fine lavori e poi, ove previsto, collaudo statico.

Per Interventi di Nuova costruzione, Adeguamento sismico e Miglioramento sismico utilizzare la seguente documentazione:

R.S.U. - Relazione a struttura ultimata per D.O.M.U.S.

Il collaudo statico deve pervenire entro 60 giorni dal rilascio dell'attestato di deposito della Relazione a Struttura Ultimata (R.S.U.)

Collaudo statico per D.O.M.U.S.

Per Interventi di Riparazione e Interventi locali: il modello DRE - Dichiarzione di regolare esecuzione viene generato all'interno della procedura di D.O.M.U.S. ad eccezione della dichiarazione sull'utilizzare della marca da bollo

 


 

Pagina Aggiornata al 28/06/2022

Nel caso in cui il collegamento alle norme nazionali  non funzioni correttamente è possibile utilizzare la RICERCA del sito www.normattiva.it .

Leggi nazionali

  • L. 05/11/1971 n° 1086 [Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica]:
  • L. 02/02/1974 n° 64 - [Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche];
  • D.M. 17/01/2018 - Aggiornamento delle "Norme tecniche per le costruzioni"
  • Circolare 21 Gennaio 2019 n7/C.S.LL.PP;
  • Decreto MIT 30 Aprile 2020

Invece, per le leggi regionali RICERCA nel sito www.consiglio.marche.it, mentre per le delibere di giunta regionale nel sito www.norme.marche.it .

Leggi Regionali

  • L.R. 03/11/1984, n°33 - Norme per le costruzioni in zone sismiche nella Regione Marche” come modificata dalla L.R. 27/03/1987 n°18; - Abrogata con L.R. 45/20;
  • L.R. 04/01/2018, n°1 e ss.mm.ii. - Nuove norme per le costruzioni in zone sismiche nella Regione Marche;

Aggiornata da:

  • L.R. 09 febbraio 2018, n. 02;
  • L.R. 07 febbraio 2019, n.03;
  • L.R. 05 agosto 2020 n. 45;

 

  • Linee Guida ed allegati - D.G.R. del 28/05/2018 n. 714 - ABROGATA
  • D.G.R. 1318/19 - ABROGATA - Art. 94-bis comma 2, D.P.R. n. 380/2001 "Disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche". Atto di indirizzo in merito alla disciplina degli interventi strutturali in zone sismiche.
  • Linee Guida ed allegati - D.G.R. del 02/08/2021 n. 975 - L.R. n. 1 del 04/01/2018 ss.mm.ii. - Approvazione linee guida per la disciplina delle attività svolte dalle strutture tecniche competenti per le costruzioni in zona sismica nella regione Marche. Revoca delle DGR n. 836 del 25/05/2009, n. 1338 del 20/09/2010, n. 862 del 11/06/2013, n. 714 del 28/05/2018, n. 1318 del 28/10/2019.
  • Decreto n. 36  del 07.03.2022, allegato A, allegato B, allegato C - L.R. 1/2018, art. 14; DGR 975/2021, Allegato 4 – Costruzioni in zone sismiche - Contributo per attività istruttorie, di conservazione dei progetti e per i controlli.

Nel caso di problemi di collegamento al link della D.G.R. e linee guida sopra collegarsi al sito www.norme.marche.it

 

CLASSIFICAZIONE  SISMICA 
A seguito dell’Ordinanza del Presidente del Consiglio dei Ministri  n. 3274 del 20/3/2003 "Primi elementi in materia di criteri generali per la classificazione sismica del territorio nazionale e di normative tecniche per le costruzioni in zona sismica", la Regione Marche con D.G.R. n°1046 del 29/07/2003 ha approvato gli indirizzi generali per la prima applicazione dell’Ordinanza stessa, con individuazione e formazione dell’elenco delle zone sismiche nella Regione Marche, successivamente aggiornate e modificate con la D.G.R. n°136 del 17/02/2004. 

Pagina aggiornata al 16/08/2021

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
 DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA DEL TERRITORIO
 SETTORE RISCHIO SISMICO

  Indirizzo:  via Gramsci, 7 - 61121 PESARO

PEC: regione.marche.rischiosismico@emarche.it
E-mail: settore.rischiosismico@regione.marche.it

🏛 Ricevimento in ufficio solo su appuntamento

 

DEPOSITO ON-LINE (D.O.M.U.S.)
DEPOSITO FINE LAVORI (R.S.U. e COLLAUDI STATICI o D.R.E.)


Geom. Fabrizio Tinti
E-mail: fabrizio.tinti@regione.marche.it
Tel: 071.8067081  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Geom. Ketty Tonelli
E-mail: ketty.tonelli@regione.marche.it
Tel: 071.8067082  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Sig.ra Concetta Falcone
E-mail: concetta.falcone@regione.marche.it
Tel: 071.8067032  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Sig.ra Bertozzini Patrizia
E-mail: patrizia.bertozzini@regione.marche.it
Tel: 071.8067026  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


AUTORIZZAZIONI SISMICHE E CONTROLLI A CAMPIONE


Geom. Ketty Tonelli
E-mail: ketty.tonelli@regione.marche.it
Tel: 071.8067082  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Geom. Giuseppe Salvatori
E-mail: giuseppe.salvatori@regione.marche.it
Tel: 071.8067036  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


VIOLAZIONI E CONDONI


Geom. Fabrizio Tinti
E-mail: fabrizio.tinti@regione.marche.it
Tel: 071.8067081  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Geom. Giuseppe Salvatori
E-mail: giuseppe.salvatori@regione.marche.it
Tel: 071.8067036  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


 

 

Pagina aggiornata al 05/05/2022

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
 DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA DEL TERRITORIO
 SETTORE RISCHIO SISMICO

  Indirizzo: via Palestro n. 19 - 60121 ANCONA

PEC: regione.marche.rischiosismico@emarche.it

E-mail: settore.rischiosismico@regione.marche.it

🏛 Ricevimento in ufficio solo su appuntamento

 

DEPOSITO ON-LINE (D.O.M.U.S.)
DEPOSITO FINE LAVORI (R.S.U. e COLLAUDI STATICI o D.R.E.)


Geom. Daniele Griolucci
E-mail: daniele.griolucci@regione.marche.it
Tel: 071-8067450  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Sig.ra Marinella Bardeggia
E-mail: marinella.bardeggia@regione.marche.it
Tel: 071-8067433  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


AUTORIZZAZIONI SISMICHE E CONTROLLI A CAMPIONE


Ing. Alessandra Maria Arcadi
E-mail: alessandra.arcadi@regione.marche.it
Tel: 071-8067320  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Ing. Alessia Giulia Brecciaroli
E-mail: alessia.brecciaroli@regione.marche.it
Tel: 071-8067379  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Ing. Gianfranco Tarabelli,
E-mail: gianfranco.tarabelli@regione.marche.it
Tel: 071-8067334  (solo il Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


VIOLAZIONI E CONDONI


Ing. Gianfranco Tarabelli,
E-mail: gianfranco.tarabelli@regione.marche.it
Tel: 071-8067334  (solo il Martedì e Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


Ing. Alessandra Maria Arcadi
E-mail: alessandra.arcadi@regione.marche.it
Tel: 071-8067320  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Ing. Alessia Giulia Brecciaroli
E-mail: alessia.brecciaroli@regione.marche.it
Tel: 071-8067379  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


 

 

Pagina aggiornata al 05/05/2022

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
 DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA DEL TERRITORIO
 SETTORE RISCHIO SISMICO

  indirizzo: via Vittorio Alfieri, 2 - 62100 MACERATA

PEC: regione.marche.rischiosismico@emarche.it

E-mail:  settore.rischiosismico@regione.marche.it

🏛 Ricevimento in ufficio solo su appuntamento

 

DEPOSITO ON-LINE (D.O.M.U.S.)
DEPOSITO FINE LAVORI (R.S.U. e COLLAUDI STATICI o D.R.E.)


Geom. Carlo Natali
E-mail: carlo.natali@regione.marche.it
Tel: 0733.2932241  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Sig.ra Annamaria Marini
E-mail: annamaria.marini@regione.marche.it
Tel: 0733.2932297  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Sig.ra Maria Rosa Meo
E-mail: mariarosa.meo@regione.marche.it
Tel: 0733.2932211  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


AUTORIZZAZIONI SISMICHE E CONTROLLI A CAMPIONE


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733-2932295  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Ing. Luigi Daniele
E-mail: luigi.daniele@regione.marche.it
Tel: 0733.2932268  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


VIOLAZIONI E CONDONI


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733-2932295  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Geom. Alessandro Governatori
E-mail: alessandro.governatori@regione.marche.it
Tel: 0733.2932283  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


 

 

Pagina aggiornata al 05/05/2022

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
 DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA DEL TERRITORIO
 SETTORE RISCHIO SISMICO

  indirizzo: Viale Joyce Lussu, 14 - 63900 FERMO

PEC: regione.marche.rischiosismico@emarche.it

E-mail: settore.rischiosismico@regione.marche.it

🏛 Ricevimento in ufficio solo su appuntamento

 

DEPOSITO ON-LINE (D.O.M.U.S.)
DEPOSITO FINE LAVORI (R.S.U. e COLLAUDI STATICI o D.R.E.)


Geom. Tonino Filiaggi
E-mail: tonino.filiaggi@regione.marche.it
Tel: 0734 2212300  (il Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)



Geom. Federica Amarillide Farroni
E-mail: federica.farroni@regione.marche.it
Tel: 0734.2212314  (il Mercoldì e il Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


AUTORIZZAZIONI SISMICHE E CONTROLLI A CAMPIONE


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733.2932295  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


collaboratrice
Geom. Federica Amarillide Farroni
E-mail: federica.farroni@regione.marche.it
Tel: 0734.2212314  (il Mercoldì e il Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


VIOLAZIONI E CONDONI


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733.2932295  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


collaboratrice
Geom. Federica Amarillide Farroni
E-mail: federica.farroni@regione.marche.it
Tel: 0734.2212314  (il Mercoldì e il Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


 

 

Pagina aggiornata al 19/05/2022

DIPARTIMENTO INFRASTRUTTURE, TERRITORIO E PROTEZIONE CIVILE
 DIREZIONE PROTEZIONE CIVILE E SICUREZZA DEL TERRITORIO
 SETTORE RISCHIO SISMICO

  indirizzo: via Kennedy n. 34 - 63100 Ascoli Piceno

PEC: regione.marche.rischiosismico@emarche.it

E-mail: settore.rischiosismico@regione.marche.it

🏛 Ricevimento in ufficio solo su appuntamento

 

DEPOSITO ON-LINE (D.O.M.U.S.)
DEPOSITO FINE LAVORI (R.S.U. e COLLAUDI STATICI o D.R.E.)


Arch. Cinzia Stipa
E-mail: cinzia.stipa@regione.marche.it
Tel: 0736.352890  (il Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


AUTORIZZAZIONI SISMICHE E CONTROLLI A CAMPIONE


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733.2932295 (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


Collaboratrice
Arch. Cinzia Stipa
E-mail: cinzia.stipa@regione.marche.it
Tel: 0736.352890 (il Giovedì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


VIOLAZIONI E CONDONI


Ing. Tonino Achilli
E-mail: tonino.achilli@regione.marche.it
Tel: 0733.2932295  (Dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


Collaboratrice
Arch. Cinzia Stipa
E-mail: cinzia.stipa@regione.marche.it
Tel: 0736.352890  (il Lunedì, Mercoledì e Venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00)


 

 

Pagina aggiornata al 19/05/2022

VIOLAZIONI DELLA NORMATIVA SISMICA

Nelle more dell'implementazione di una sezione dedicata in D.O.M.U.S., la documentazione relativa alle violazione della norma sismica, va inviata via PEC all'indirizzo regione.marche.rischiosismico@emarche.it.

MODULISTICA

Mpay - Pagamento contributo istruttorio

All'interno dello ZIP della "MODULISTICA" sopra, si trovano i documenti sotto elencati:

  1. Cartellina "Contributo_istruttorio", in particolare contine: Allegato 4 - tabella contributo e Allegato B (per il calcolo versamento istruttoriacontributo istrutorio);
  2. PEC_DOMUS_Dichiarazione_Marca_da_Bollo_Ver1.5.pdf;
  3. VIOLAZIONI_Incarico.docx;
  4. VIOLAZIONI_Istanza.docx;
  5. VIOLAZIONI_VerStrutt.docx;
  6. VIOLAZIONI-Collaudo.docx.

DATI INDISPENSABILI DA INSERIRE NELLA CAUSALE

Come Committente si deve intendere e riportare: DITTA PROPRIETARIA.

Per il tipo di intervento a seconda del procedimento:

  1. VIOLAZIONE SISMICA - ADEGUAMENTO ALLE NORME TECNICHE;
  2. VIOLAZIONE SISMICA - VERIFICA DELLA CONFORMITA’.

Come localizzazione dell'intervento si deve intendere: COMUNE E INDIRIZZO dove e' stata compiuta la violazione

L'importo da versare e': 500,00 €

PAGAMENTO ALLA REGIONE, TRAMITE MPAY (sopra riportato) DA EFFETTUARSI AL MOMENTO DEL DEPOSITO IN COMUNE


Pagina Aggiornata al 13/06/2022

CONDONO EDILIZIO - CERTIFICATI DI IDONEITA'

  • Se l’opera abusiva è strutturalmente idonea senza necessità di eseguire lavori: inviare il certificato di idoneità strutturale tramite PEC all’indirizzo regione.marche.rischiosismico@emarche.it

 

MODELLO CERTIFICATO DI IDONEITÀ STRUTTURALE

 

  • Se è necessario eseguire dei lavori per conseguire l’idoneità strutturale: caricare il progetto nella piattaforma DOMUS (https://domus.regione.marche.it/sismica/). Nelle more dell’implementazione della piattaforma con un flusso documentale specifico per i condoni, scrivere chiaramente nell’oggetto della denuncia “CONDONO”.

 

PORTALE DOMUS

Mpay - Pagamento contributo istruttorio

 

 

Pagina Aggiornata al 05/05/2022

 

Controlli a Campione

ATTENZIONE: A seguito dell’entrata in vigore dell’art 8bis comma 4 della L.R. 01/18, aggiunto con la L.R. 45/2020, per i progetti presentati andranno a sorteggio "le denunce del mese precedente, rilevato alla data di attestazione" (riferita alla data del procollo dell'attestato di deposito, presente nella PEC di invio del medesimo) nelle seguenti percentuali:
 
Data di rilevazione per il sorteggio tipo di intervento Percentuale
alla data di attestazione Adeguamento sismico e Miglioramento sismico 5 % arrotondata per eccesso
alla data di attestazione Nuova costruzione 5 % arrotondata per eccesso
alla data di attestazione le riparazioni ed interventi locali 3 % arrotondata per eccesso
 
NOTA BENE: Il rilascio dell’attestato di deposito sarà effettuato in ordine cronologico di presentazione.

 

 

ACCESSO AGLI ATTI


Avviso pubblico

MANIFESTAZIONE DI INTERESSE all’iscrizione nell’elenco aperto degli operatori economici che offrono il servizio di fotoriproduzione dei documenti custoditi negli archivi del Settore Rischio Sismico della Regione Marche.

Decreto n. 04 del 25.03.2022, Alleagto_A-avviso, Allegato_B-modulistica, Modello editabile

ELENCO COPISTERIE AUTORIZZATE, per il servizio di fotoriproduzione dei documenti custoditi presso la sede di:

PESARO e URBINO:
Eliograf s.n.c. Listino prezzi
Copyesse s.a.s. Listino prezzi

ANCONA:
Copy Emme s.r.l. Listino prezzi

MACERATA:
Copy Emme s.r.l. Listino prezzi
Centro Copie G.S. s.n.c.   Listino prezzi

FERMO:
Copyfermo s.r.l.s.  Listino prezzi

ASCOLI PICENO:
Ink Service s.r.l.  Listino prezzi


 

MODELLO E MODALITÀ DI TRASMISSIONE DELLA RICHIESTA:

Per creare l'istanza di accesso agli atti, cliccare sul link della Provincia di interesse.
E' necessario autenticarsi con credenziali SPID o CIE-ID.

L'interessato può delegare un'altro soggetto, con il seguente modello di delega

Accesso atti PESARO-URBINO Accesso atti ANCONA Accesso atti MACERATA Accesso atti FERMO Accesso atti ASCOLI PICENO

 

ATTENZIONE - E’ BENE SAPERE CHE:

Progetti non presenti negli archivi del Settore Rischio Sismico:

Qualsiasi deposito delle pratiche relative agli interventi edilizi di ricostruzione conseguenti al terremoto Umbria e Marche del 1997 e agli eventi sismici o sisma del 2016 non sono gestiti e NON sono presenti negli archivi del presente “Settore Rischio Sismico” ma sono rintracciabili presso "Ufficio Speciale Ricostruzione Marche".

Progetti presenti negli archivi nella Sede di Pesaro-Urbino:

Ai soli fini dei tempi di ricerca delle pratiche si fa presente che dagli anni 1972 al 1988 sono presenti solo registri cartacei, mentre dal 1989 ad oggi i registri sono informatizzati.

Progetti presenti negli archivi nella Sede di Ancona:

Progetti presenti negli archivi nella Sede di Macerata:

  • 1963-1983 (L. 1684/1962):l'unico Comune della Provincia di Macerata soggetto a deposito ai sensi della normativa sismica vigente era Caldarola (elaborati grafici e di calcolo, conformità finale).
  • 1971-1983 (L. 1086/1971): atti relativi soltanto ad edifici intelaiati in c.a. o struttura metallica (elaborati grafici e di calcolo, relazioni a strutture ultimate, certificati di collaudo).
  • 1983-2001 (L. 1086/1971, L. 64/1974): atti relativi a tutte le tipologie strutturali (tutti gli elaborati progettuali, relazioni a strutture ultimate, conformità finale, certificati di collaudo).
  • 2001-oggi (D.P.R. 380/2001):atti relativi a tutte le tipologie strutturali (tutti gli elaborati progettuali, relazioni a strutture ultimate, conformità finale, certificati di collaudo).

ATTI NON IN DEPOSITO PRESSO L'ARCHIVIO DELL'UFFICIO SISMICA DI MACERATA

  • 1939-1971 (R.D. 2229/1939):gli atti relativi soltanto ad edifici intelaiati in c.a. o struttura metallica venivano presentati presso la Prefettura di Macerata, che ha trasferito l'archivio presso la sezione di Macerata dell'Archivio di Stato.

Progetti presenti negli archivi nella Sede di Fermo:

  • FINO AL 1971 NESSUN ATTO: gli atti fino al 1971 si consegnavano alla Prefettura di Ascoli Piceno (competente allora per territorio anche della Presidio di Fermo); per l’eventuale ricerca rivolgersi all’Archivio di Stato di Ascoli Piceno che è in possesso della documentazione storica della Prefettura.
  • DAL 1972 AL 1983 (SOLO L. 1086/71):Atti tecnici relativi agli edifici con intelaiature portanti in c.a. (solo elaborati di calcolo e grafici delle strutture in c.a. e relativo certificato di collaudo). La maggior parte delle pratiche chiuse con il collaudo sono state trasferite dal Genio Civile di Ascoli Piceno (competente allora per territorio anche del Presidio di Fermo) all’Archivio di Stato di Ascoli Piceno.
  • DAL 1984 AL 2000 (CLASSIFICAZIONE SISMICA):Tutti gli elaborati di progetto riguardanti le strutture della costruzione, la relazione a strutture ultimate e collaudo. Le pratiche si trovano sempre presso l’archivio generale del Presidio di Ascoli Piceno.
  • DAL 2001 al 30/06/2009: Tutta la documentazione tecnica prevista dal D.P.R. 380/2001 riguardante l’inizio dei lavori di costruzione delle strutture, eventuali varianti, relazione a strutture ultimate e collaudo. Le pratiche si trovano presso l’archivio generale del Presidio di Ascoli Piceno.
  • Dal 01/07/2009 (data di formazione della Provincia di Fermo) ad oggi:Tutta la documentazione tecnica prevista dal d.p.r. 380/2001 riguardante l’inizio dei lavori di costruzione delle strutture, eventuali varianti, relazione a strutture ultimate e collaudo. Le suddette pratiche si trovano nell’Archivio generale del Presidio di Fermo.

Progetti presenti negli archivi nella Sede di Ascoli Piceno:

  • FINO AL 1971 NESSUN ATTO: gli atti fino al 1971 si consegnavano alla Prefettura di Ascoli Piceno; per l’eventuale ricerca rivolgersi all’Archivio di Stato di Ascoli Piceno che è in possesso della documentazione storica della Prefettura.
  • DAL 1972 AL 1983 (SOLO L. 1086/71):Atti tecnici relativi agli edifici con intelaiature portanti in c.a. (solo elaborati di calcolo e grafici delle strutture in c.a. e relativo certificato di collaudo). Quasi tutte le pratiche chiuse con il collaudo sono state trasferite all’Archivio di Stato di Ascoli Piceno.
  • DAL 1984 ad oggi (CLASSIFICAZIONE SISMICA):Tutti gli elaborati di progetto riguardanti le strutture della costruzione, la relazione a strutture ultimate e collaudo.

 

Le seguenti informazioni, anche se non obbligatorie sono utili per aumentare la probabilità di individuare la documentazione di interesse:

  • Nome Comune all’epoca della realizzazione dell’opera, se diversi da quello attuale;
  • località/indirizzo all’epoca della realizzazione dell’opera,se diversi da quello attuale;
  • Committente dell’epoca, cioè di colui che all’epoca ha denunciato i lavori;
  • Nominativo dell'Impresa esecutrice per le strutture in c.a. e metalliche, in caso che l’arco temporale va dal 1971 al 1984;
  • Anno del deposito (o arco temporale);
  • Numero e data titolo abilitativo;
  • Tipo di struttura;
  • Tutti questi dati sono reperibili dalla concessione edilizia rilasciata dal Comune.

 

CONTATTI PER ASSISTENZA E ALTRO:

 

Orario e giorni in cui gli uffici rispondono telefonicamente

🕘 Dal Lunedì al Venerdì
Dalle 9:00 alle 12:00
 
  • Per consulenza Amministrativa

    Sede di Pesaro-Urbino

    Geom. Fabrizio Tinti
    Tel:071 806 7081
    E-mail: fabrizio.tinti@regione.marche.it

    Sig. Pietro De Perna
    Tel:071 806 7031
    E-mail: pietro.deperna@regione.marche.it -

    Sede di Ancona

    Sig.ra Marinella Bardeggia
    Tel:071 806 7433
    E-mail: marinella.bardeggia@regione.marche.it

    Geom. Sauro Procicchiani
    Tel:071 806 7430
    E-mail: sauro.procicchiani@regione.marche.it

    Sede di Macerata

    Dott.ssa Lisa Isolani
    Tel:0733 293 2294
    E-mail: lisa.isolani@regione.marche.it

    Sig. Romano Gironella
    Tel:0733 293 2213
    E-mail: romano.gironella@regione.marche.it

    Sede di Fermo

    solo il Giovedì dalle ore 09:00 alle ore 12:00 e dalle ore 15:00 alle ore 17:00
    Geom. Tonino Filiaggi
    Tel:0734 221 2300
    E-mail: tonino.filiaggi@regione.marche.it

    Sede di Ascoli Piceno

    Lunedì e mercoledì dalle 9.00 alle 12.00
    Geom. Tonino Filiaggi
    Tel:0734 221 2300
    E-mail: tonino.filiaggi@regione.marche.it

  • Per eventuali chiarimenti di tipo TECNICO

    Procedimarche

    dal lunedì al venerdì dalle ore 9.00 alle ore 12.00
    Tel:071 925 7814
    E-mail: procedimarche@regione.marche.it

 

Pagina Aggiornata al 22/04/2022

 

INFORMAZIONI SU D.O.M.U.S.

COSTI DEL DEPOSITO

A Partire dal 01/04/2022, la presentazione di denuncia dei lavori è soggetta al pagamento di un contributo istruttorio con gli importi stabiliti nell’allegato 4 delle linee guida (D.G.R. 975/2021), con le modalità stabilite nel Decreto n. 36  del 07.03.2022, allegato A, allegato B, allegato C.

Da tale data, i modelli appositi sono presenti nello Zip della “modulistica scaricabile” da “allegare alla denuncia dei lavori”.

Rimane fermo il versamento dell’imposta di bollo (marca da bollo) sulla denuncia, sulla fine lavori e sul certificato di collaudo statico. Nel caso di esenzione dovrà essere esplicitata la sua motivazione.

Nel caso di problemi di collegamento al link della D.G.R. e linee guida sopra collegarsi al sito www.norme.marche.it

Che differenza c'è tra persona fisica e persona giuridica?

La persona fisica: indica un individuo identificato da nome e cognome, mentre la persona giuridica è l'insieme organizzato di persone e di beni che l'ordinamento considera un soggetto di diritto.
In altre parole, persona fisica è la singola persona (esempio. Sig. Mario Rossi), mentre la persona giuridica può essere (alcuni esempi):

  • Comune, Provincia, Regione e Stato, il cui rappresentante possono essere: Il sindaco, il r.u.p., il presidente o i dirigenti;
  • Altre forme di enti pubblici;
  • Imprese, Ditte, Appaltatori, Società;
  • Il condominio il cui legale rappresentate può essere un condomino o ancora meglio l’amministratore condominiale.

PROGETTO REDATTO DA PIU’ PROGETTISTI

Es. progetto strutturale delle fondazioni redatto dal tecnico 1 e progetto dell’elevazione redatto dal tecnico 2: tutti i tecnici coinvolti nel progetto devono firmare tutti gli elaborati specificando, se necessario, il ruolo degli stessi negli elaborati prodotti.
Si può ad es. inserire:

  • Nel progetto delle fondazioni: una dichiarazione di responsabilità di redazione da parte del tecnico 1 (fondazione) e di presa visione del tecnico 2 (elevazione);
  • Nel progetto dell’elevazione: una dichiarazione di presa visione da parte del tecnico 1 (fondazione) e di responsabilità di redazione da parte del tecnico 2 (elevazione).

CARATTERISTICHE CONSENTITE PER I FILE

  • Dovranno essere solo di tipo pdf e firmati digitalmente in formato p7m (caDes).;
  • i file firmati in p7m (caDes) non devono subire modifiche alle estensioni (se, ad esempio, un file firmato digitalmente da due soggetti presenta un nome di questo tipo 'nomefile'.pdf.p7m.p7m la doppia estensione p7m è normale, quindi non va alterata)
  • i file in pdf ottenuti da scansioni dirette dovranno avere una risoluzione massima di 300 dpi;
  • la dimensione massima del singolo allegato non dovrà superare i 20MB;
  • nella denominazione dei file non si dovranno utilizzare caratteri speciali (quali punto, punto e virgola, virgola, accenti, parole accentate, virgole e, segni aritmetici, ecc.);
  • tutti gli elaborati grafici dovranno essere prodotti in scala e quotati in maniera completa ed esaustiva (gli applicativi per la stampa in pdf prevedono espressamente il fattore di scala).

COLLAUDATORE STATICO

Art. 67 del DPR 380/01 e cap. 9 D.M. Infrastrutture e Trasporti 14/01/2018, è necessario indicare il nominativo del collaudatore al momento della presentazione della denuncia sia per gli interventi di nuova costruzione sia per quelli di miglioramento o adeguamento sismico delle costruzioni esistenti.

Terna collaudatori

Art. 67 del DPR 380/01 - Quando non esiste il committente ed il costruttore esegue in proprio (o in economia), è fatto obbligo al costruttore di chiedere, anteriormente alla presentazione della denuncia di inizio dei lavori, all'ordine provinciale degli ingegneri o  degli architetti, la designazione di una terna di nominativi fra i quali scegliere il collaudatore.

Non deve essere rilasciato solo per opere relative agli interventi locali o riparazioni

TRASMISSIONI VOLONTARIE

Azione utilizzabile solo durante la fase di rilascio dell'attestato di deposito o il controllo dei progetti sorteggiati (prima del rilascio della conformità)  o dell'iter di autorizzazione sismica (prima del rilascio de'autorizzazione sismica). Si intendono tutte quelle informazioni o quei documenti trasmessi senza previa richiesta specifica da parte della struttura tecnica competente:

  • comunicazione amministrativa, se rientra nelle “comunicazioni e aggiornamenti”, indicati nel punto successivo;
  • integrazione progettuale, quando diviene necessaria la correzione o l'aggiunta, perché mancanti, di elaborati strutturali a quanto presentato in precedenza.

COMUNICAZIONI E AGGIORNAMENTI

Si intendono tutte quelle informazioni o quei documenti presentati dopo il rilascio dell’attestazione di deposito o dell'autorizzazione sismica, che comunque non comportino una variazione strutturale, per questa voce si hanno i seguenti casi:

  • variazione del nominativo del committente e/o del direttore dei lavori e/o dell’appaltatore dei lavori in opera e/o collaudatore statico;
  • comunicazioni generiche.

FINE LAVORI (D.R.E., R.S.U. e Collaudo statico)

Il sistema prevede un percorso guidato per la compilazione della documentazione di fine lavori. Sulla base della tipologia di intervento riportato nella denuncia dei lavori si possono avere due percorsi distinti: uno che prevede la relazione a struttura ultima (RSU) e l’altro che si conclude con la dichiarazione di regolare esecuzione (DRE).

Aggiornato al 17/03/2022